potatura siepe alloro

In giardino o in campagna le siepi sempreverdi sono le più usate. Su tutte troviamo le siepi di alloro, resistenti e tipicamente mediterranee. L’alloro infatti non richiede particolari cure o attenzioni. Si adatta in estate al clima caldo e siccitoso e mantiene le foglie in inverno.

 

QUALI CARATTERISTICHE HANNO LE SIEPI DI ALLORO? siepe di alloro

    • Il nome scientifico dell'alloro è Laurus nobilis ed è una pianta aromatica appartenente alla famiglia Lauraceae
    • L'alloro non va confuso però con il lauroceraso, una specie sempreverde che possiede però un un ritmo di crescita superiore
  • La siepe di alloro è solitamente rustica, cresce bene in tutti i terreni e non richiede eccessive cure o attenzioni. Se potate e irrigate correttamente le siepi di alloro possono durare moltissimi anni.
  • Per la messa a dimora dell'alloro è necessario lavorare il terreno e scavando delle buche a una certa distanza l’una dall'altra.
  • Per creare una siepe di altezza regolare è necessario invece piantare a fianco dei filari dei paletti di legno che rappresentano l'altezza ideale alla quale bisogna attenersi quando si effettua la potatura.

 

COME SI POSSONO POTARE LE SIEPI DI ALLORO? potatura alloro con cesoie

  1. Per mantenere sempre sana la siepe di alloro è necessario potarla regolarmente. La potatura dovrebbe avvenire due volte all'anno, nei mesi di giugno e settembre.
  2. La potatura consiste nella rimozione delle foglie e dei rami secchi o danneggiati e nell'asportazione delle parti che superano l’altezza desiderata o che si espandono oltre i confini.
  3. I tagli vanno effettuati con le cesoie, non le forbici, in quanto con le cesoie si ottengono risultati netti senza danneggiare la struttura della pianta.
  4. La prima potatura della siepe di alloro viene solitamente fatta alla base così da renderla più folta. Nel caso di una siepe giovane però la potatura basale va effettuata solo se presenta radici forti.
  5. In qualsiasi momento, invece, è possibile effettuare la cimatura che consiste nella rimozione di germogli situati alle estremità dei rami per favorire la rinascita di nuovi getti. La cimatura in concomitanza della potatura autunnale.
  6. Dopo la potatura bisogna prestare particolare attenzione nel ripulire la pianta da rami e foglie secche per evitare che, lasciati sul terreno, producano funghi, virus e batteri alla base della pianta.

Dai un'occhiata alle nostre forbici da potatura:
FORBICI FISKARS BYPASS QUANTUM 111970
FORBICI BAHCO PROFESSIONAL ERGO PX
FORBICI GARDENA DA POTA BP 30 "PREMIUM"
FORBICE BY-PASS VERDEMAX 4189 CON ROTAZIONE 90°